Givova Ladies eliminate dalla Coppa Campania. La denuncia di coach Ottaviano contro gli arbitri: “Questo non è sport!”

Finisce con il punteggio di 51-61 a favore della Polisportiva Battipagliese il terzo confronto stagionale tra i due team dopo una partita giocata con cuore, grinta e tanto coraggio dalle ragazze NeroArancio. 

In taluni casi, però, parlare di sport è un po’ complicato, perché le ragazze allenate da coach Nicola Ottaviano hanno dovuto sopperire, prima, alle tante assenze di atlete importanti come Giusy Sicignano e Mari Panteva a cui si è aggiunta dopo pochi minuti di partita anche quella della capitana Valentina Iozzino, costretta ad alzare bandiera bianca a causa di un problema muscolare, e poi a dover subire un arbitraggio a dir poco scandaloso da parte dei signori Mirko Sabatino e Mauro Sacco di Salerno.

Proprio per questo motivo, il nostro consueto comunicato stampa parte prima dalle parole di denuncia di coach Nicola Ottaviano: “Stasera ha perso lo sport. Una bellissima partita contro Battipaglia rovinata da due ‘personaggi’ che si fanno chiamare arbitri. Come società abbiamo una linea e un’idea, quella di non parlare mai dell’arbitraggio, ma stasera, dopo la partita, ho chiesto al mio presidente di poter parlare, siccome è stato uno scempio. Questi due ‘arbitri’ sono venuti a fare i fenomeni, proteggendosi dietro ad una divisa. Voglio raccontare, però, con dovizia di particolare i fatti, che reputo gravi. Nei primissimi minuti già si era capito tutto, ma noi non abbiamo aperto bocca, dopo un fallo chiamato contro la nostra squadra su un loro tiro, molto educatamente chiedo all’ arbitro Mirko Sabatino come mai se la mia atleta essendo nel cilindro e l’attaccante avversaria, tirando, allarga le gambe ed esce dal suo cilindro occupando quello della mia atleta, fosse fallo. La risposta avuta? Mi ha intimato di fare silenzio e richiamando l’attenzione dell’altro arbitro (Mauro Sacco) ha indicato subito che alla prossima avrei subito la chiamata di fallo tecnico. Hanno continuato nel loro show personale cercando di far innervosire le mie atlete, ma peccato per loro, non ci sono riusciti e, forse, frustrati sempre di più da questa cosa,visto che le mie ragazze non hanno mai aperto bocca, mi hanno fatto sbottare quando in attacco un’altra mia atleta  ha preso letteralmente 3 schiaffi, e non è stato fischiato nulla. In quel caso, mi sono fatto sentire prendendo fallo tecnico. Durante il match non ci è stato quasi mai fischiato nulla a favore nei termini di regolamento e addirittura, nell’ultimo periodo, dopo 1 minuto e mezzo eravamo già in bonus, alchè, dopo ben 35 minuti di gioco dove questi due ‘arbitri’ continuavano ad avere un atteggiamento irrispettoso nei confronti delle mie atlete, su un’infrazione di tre secondi palese, commessa da una atleta battipagliese, una mia atleta dalla panchina ha esclamato ‘e dai questo lo devi fischiare’. L’arbitro Mirko Sabatino si è girato chiamando la mia atleta per nome, quindi già in maniera poco professionale, usando, tra l’altro, un linguaggio scurrile e dialettale si è rivolto a lei. Ho chiesto ad alta voce di venire subito a chiedere scusa alla mia atleta per il modo con cui si era rivolto, ma sfortunatamente il caro arbitro non ha avuto neanche le ‘palle’ di chiedere scusa, facendosi sempre forte del suo fischietto. Le mie ragazze stasera hanno fatto capire a questi due personaggi cos è il rispetto per i ruoli e l’educazione. Spero vivamente che verranno presi seri provvedimenti contro questi due arbitri, se sono frustrati possono restare a casa, invece di rovinare uno sport così bello”.

Parole chiarissime quelle di coach Ottaviano, con una chiara denuncia nel cospetto di coloro che hanno rovinato una partita giocata al meglio da due ottime squadre e che ha visto partire subito forte Battipaglia con un parziale di 3-9 al 6’, firmato da Mazza e Patanè con Valentina Iozzino costretta già in questa prima fase a lasciare il parquet del PalaFusco e con Gatti e Sapienza a riuscire a tenere in partita, con i loro canestri, le Givova Ladies grazie ad un parziale di 6-0, partito dal 7-15 siglato ancora da Patanè, e chiudendo sul 13-15 il primo quarto grazie ad un’ottima giocata di Valeria Manna che ruba palla e chiude con un contropiede vincente la prima frazione di partita.

Secondo quarto combattutissimo con Stoyanova, Codispoti e Pastena che siglano i punti in casa NeroArancio mentre sale in cattedra Laura Cremona in casa battipagliese. Marilù Sapienza segna con continuità mentre Chiara Pastena fa giocate ottime sui due lati del campo per il 22-24 del minuto 14’30’’, Cremona, Opacic e Patanè segnano i canestri del 23-31 Battipaglia a 1’05’’ dalla sirena dell’intervallo, ma un 5-0 firmato da una tripla di Manna e due liberi di Gatti riportano a contatto le Ladies, prima dell’ultimo canestro di metà partita firmato ancora da Giulia Patanè (28-33).

Il terzo quarto non vede strappi da una parte e dall’altra con Sapienza e Gatti a segnare quasi tutti i punti delle Givova Ladies in attacco, e Mazza e Opacic dall’altra parte, in un periodo di match chiaramente dominato dalla difese come si evince dal 10 pari con il quale si chiude per un complessivo 38-43 a 10’ dalla fine del match. Puntualmente, però, come le ragazze dirette da Ottaviano tornano a contatto, arrivano i fischi “sistematici” per dilatare di nuovo il vantaggio, ed è così che lo show dei signori Sabatino & Sacco va di nuovo in scena, con ben 5 falli chiamati alla Givova Ladies in 1’35’’ di quarto periodo tra i quali il quarto e quinto fallo di un’ottima Chiara Pastena, messa fuori partito dal tandem arbitrale, addirittura in 40’’, tanto da costringere coach Ottaviano a perdere un’altra atleta delle sue già ridottissime rotazioni. Addirittura arriva poi anche il fallo tecnico numero due, alla panchina di Nero Arancio, stavolta rivolto alla capitana Valetina Iozzino (motivo per il quale non viene allontanato coach Ottaviano), dopo che Giorgia Codispoti è costretta, momentaneamente, ad abbandonare il parquet con le mani sul volto dopo esser stata colpita da un’avversaria sul uno scontro di gioco, e anche questa volta, incredibilmente, non viene sanzionato nulla nei confronti di Battipaglia che conclude l’ultimo quarto senza andare in bonus. Semplicemente scandaloso! Cio nonostante, le Givova Ladies riescono a rimontare nuovamente fino al -4, 47-51 firmato ancora una volta dalle grandi giocate di Sapienza e Gatti in attacco, ad un canestro di Chiara Tinello. Le forze sono praticamente finite, purtroppo, per le stoiche atlete NeroArancio e i canestri di De Rosa, Panniello e Mazza chiudono il match sul 51-61 con logica vittoria Battipagliese dovuta però non solo alla pallacanestro giocata ma e anche e purtroppo alla conduzione arbitrale dei signori Sabatino & Sacco.

Le Givova Ladies torneranno in campo, per la seconda parte di campionato, con l’inizio della “Fase ad orologio”, sabato 23 febbraio alle ore 19,30 a Caserta contro le Pantere JuveCaserta Academy.

 

Givova Ladies-Polisportiva Battipagliese: 51-61 (13-15/28-33/38-43)

Givova Ladies: Pastena 4, Iozzino, Codispoti 4, Gatti 12, Sapienza 19; Manna 7, Tinello 2, Stoyanova 3, Panteva n.e. All. Ottaviano

Pol. Battipagliese: Cremona 15, Mazza 8, Scarpato 2, Sasso 2, Patanè 12; Bisogno n.e., De Feo 2, Opacic 11, Panniello 2, Germano n.e., De Rosa 9, Di Martino n.e.

Arbitri: Sabatino e Sacco di Salerno.